Rassegna stampa: Occhi su Salerno – 20/06/2022

Rassegna Stampa “Occhi su Salerno” del 20 giugno 2022.

Cardine Srl, azienda salernitana sponsor ufficiale del convegno “Gli stati generali della Geotermia” a Roma

Presente anche il presidente Angelo Grimaldi, che ha avuto modo di incontrare, tra gli altri, anche il ministro dell’Energia Roberto Cingolani.

Cardine Srl, impresa salernitana di edilizia e bonifica grazie rocciatori specializzati in tecnica alpinistica, è stata sponsor ufficiale del convegno “Gli stati generali della Geotermia, organizzato dal Consiglio Nazionale dei Geologi, la Fondazione Centro Studi del CNG e la Commissione Piattaforma Geotermia CNG, che si tenuta a Roma giovedì 16 giugno 2022 presso la Sala Capranichetta dell’Hotel Nazionale in Piazza Montecitorio n.131.

“Questa tecnologia, che affonda le sue radici nel passato, ora più che mai è fondamentale nell’abbattimento delle emissioni in atmosfera e può essere di concreto supporto, insieme alle altre energie rinnovabili, alla transizione energetica”, spiega l’impresa salernitana.

Presente anche il presidente Angelo Grimaldi, che ha avuto modo di incontrare, tra gli altri, anche il ministro dell’Energia Roberto Cingolani. Quest’ultimo “ha rimarcato l’importanza di diversificare le fonti di energia rinnovabile, inserendo la geotermia fra quelle maggiormente innovative”.

Cingolani si è soffermato a lungo sul fatto chela decarbonizzazione costituisce un obiettivo facilmente raggiungibile entro il 2030 per il 55% rispetto al 1990,precisando comele richieste di nuovi allacci da energie rinnovabili pervenute al 31 maggio 2022 siano state pari a circa 5.6 Gigawatt/ora. È necessario diversificare il più possibile l’approvvigionamento energetico da fonti rinnovabili e accelerare maggiormente le procedure non è pensabile concentrarsi solo ed esclusivamente su una delle risorse trascurandone altre.

Il calore interno della terra quindi, si candida come importante fonte di energia del futuro che concorrerà entro 2030 al raggiungimento della soglia dei 230 Terawatt/ora da rinnovabili che, secondo il ministro Cingolani, è la soglia oltre la qualeè possibile iniziare a parlare di mobilità elettrica e di elettrificazione industriale, un’auspicabile crescita del PIL porterà inevitabilmente ad un’ulteriore richiesta di energia.

Il programma passa ovviamente per un importante impegno economico pari a complessivi 360 miliardi di euro, suddivisi in 230 miliardi del Piano nazionale di ripresa e resilienza e del Piano complementare, da impiegare entro il 2026, e 130 miliardi di euro per i fondi strutturali europei della programmazione 2021-2027 ed il Fondo Sviluppo e Coesione (FSC), utilizzabili anche oltre la scadenza del 2026 fissata per il Pnrr.

Geotermia legata ad alte temperature, alta e media entalpia, per il teleriscaldamento di quartieri, città ed industria, e produzione di energia elettrica mediante impianti innovativi di abbattimento degli inquinanti gassosi ad alta efficienza, ma anche geotermia per piccoli impianti domestici per il riscaldamento ed il raffrescamento mediante pompe di calore, geoscambio a bassa entalpia, una nuova tecnologia che secondo Bruno Della Vedova, presidente dell’Unione Geotermica Italiana, può dare un’accelerazione significativa alla transizione energetica strategica del Paese. Il territorio nazionale offre eccellenti opportunità per la produzione di energia elettrica, citando il caso della Toscana che copre oggi il 30% dei consumi elettrici della Regione, pari a 6.0 TWh, il 2% dei consumi elettrici nazionali.

Per il presidente del Consiglio Nazionale dei Geologi Arcangelo Francesco Violo, la geologia al suo interno, assume un ruolo fondamentale nella pianificazione infrastrutturale, nella gestione delle risorse idriche, nella rigenerazione urbana, nella riqualificazione ambientale e nella mitigazione dei rischi geologici ed ambientali, sia di carattere nazionale che planetario.

Posted in Rassegna Stampa.